Crea sito
SHOWLANDIA

indietro

altri argomenti trattati: creature artificiali; fantascienza, fantasmi; fiabe, vampiri

Fenomeni paranormali

 

Qualcuno venderebbe l'anima al diavolo per possedere anche una sola dote sovrannaturale: chiaroveggenza, preveggenza, telepatia, telecinesi e altro. Ma siamo sicuri che possedere una di queste doti sia veramente un vantaggio? Di sicuro, possederla e parlarne ci renderebbe interessanti agli occhi del prossimo, ma che dire se si è capaci di prevedere il futuro o poter vedere...che so ....compiere un delitto in un altro angolo del mondo e non poter intervenire? Tuttavia, le doti paranormali e i fenomeni ad esse legati hanno indubbiamente ispirato scrittori e registi, che hanno prodotto opere a volte molto interessanti.

Cosa può rientrare in questa definizione?

Ovviamente tutto ciò che non appartiene alla realtà della natura. Oppure, più precisamente, tutto ciò che travalica la realtà della natura, dunque, spazio ad ogni fenomeno che non fa parte della normalità, altrimenti definito: ‘ paranormale ‘.

Quindi, largo ad apparizioni, materializzazioni di oggetti e persone, facoltà extra-sensoriali di svariati tipi: preveggenze, ‘shining’ (in inglese: ‘trasparenza’, facoltà che permette di rivivere esperienze del passato o, del presente, ma in altro luogo), telepatia, telecinesi; ma anche possessioni, più o meno demoniache, sia di persone che di abitazioni.

Maestro indiscusso nel tema, almeno in questi ultimi anni, è l’americano Stephen King, che ha terrorizzato milioni di lettori con le sue storie ad alto tasso di paura, descrivendo nei minimi dettagli fenomeni paranormali di tutti i generi, con particolare riguardo alle possessioni demoniache – vedi Carrie, lo sguardo di Satana (titolo del romanzo: carrie, la furia); Christina, la macchina infernale; L’incendiaria (titolo del romanzo: fenomeni paranormali incontrollabili), tutti trasposti al cinema con alterne fortune, - abbondando nell’orrorifico, ma scivolando anche nel poetico, come succede nel romanzo a venature new age Il miglio verde, in cui un

gigantesco prigioniero, ospite nel braccio della morte,  guarisce il secondino e altri carcerati da vari disturbi, o malattie, con i suoi poteri soprannaturali, compiendo veri e propri miracoli.Il romanzo ha avuto un’ottima trasposizione cinematografica, con Tom Hanks nel ruolo del secondino, dotato di grande umanità, e afflitto da disturbi urinari.

Anche il grande Stanley Kubrick ha voluto cimentarsi con la fantasia di King trasferendo su pellicola il molto inquietante una splendida festa di morte, reintitolato shining, storia di uno scrittore – interpretato magnificamente da un Jack Nicholson particolarmente sulfureo -  che per ritrovare l’ispirazione, si trasferisce nella gelida solitudine invernale dell’Overlook Hotel, nel Maine, dove molti anni prima si era consumata una tragedia che aveva avuto come vittime un’intera famiglia sterminata da un dipendente dell’albergo. Tragedia che lo scrittore rivive sulla sua pelle proprio in virtù della sua facoltà di ‘shining’.

In televisione, Stephen King ha avuto il suo spazio con it.

IT è un clown, gigantesco, mostruoso, che si fa chiamare dagli umani Pennywise, e si presenta alle sue vittime con in mano un palloncino colorato, che consegna a loro pronunciando la frase “Anche tu volerai”, annunciandone così la loro prossima morte, dopodiché sparisce, per tornare nel paesino del Maine 25 anni dopo, andando in cerca di 7 persone, sette ragazzi, diventati ormai adulti, ma incapaci di liberarsi completamente dai loro incubi che lui rappresenta.

 

PANORAMICA SUL PARANORMALE IN TV (aggiornata a gennaio 2015)

 

Forse la serie più famosa addentro alle segrete cose del tema è ai confini della realtà, con una prima storica edizione nei lontani anni '60 e una riedizione andata in onda negli anni '80. A seguire nel tempo, si annovera il serial che ha ottenuto più consensi e riconoscimenti e cioè, x-files, che ci ha accompagnato per tutti gli anni '90, permettendoci di affezionarci agli agenti Mulder e Scully, impegnati a risolvere casi che riguardavano principalmente alieni, ma che spesso sconfinavano nel soprannaturale.

Attualmente, stanno andando in onda un paio di ottimi serials di cui uno può essere definito gli X-Files del 3o Millennio, cioè supernaturaL, a cui si aggiunge sleepy hollow, - che ha ispirato anche Tim Burton per il suo film dal titolo omonimo, interpretato dal sempre bravissimo e fedele Johnny Depp, e che, in realtà, andrebbero inseriti ambedue anche nella pagina dei fantasmi - entrambi ascrivibili fra le serie a base letteraria. Infatti, oltre ad attingere alle varie leggende metropolitane locali, tutte e due le serie sono ispirate ai racconti di Washington Irving (il primo: Supernatural, soprattutto nelle prime 5 stagioni) i quali trattano di Apocalisse, Cavalieri dell' Apocalisse, personaggi a cui manca qualche parte del corpo importante....insomma, a fenomeni inquietanti, ma senza dubbio intriganti.

 

by slm                                                                               torna ad archivio          

altri argomenti trattati: creature artificiali; fantascienza, fantasmi; fiabe, vampiri

qa